Il Piccolo Blog

Coordinare il team di artigiani in un progetto di Interior Design: perché è così importante?

architettura d'interni

Il coordinamento tra le diverse figure professionali che contribuiscono a un progetto di architettura d’interni è cruciale per la buona riuscita del progetto stesso. All’interno del team degli artigiani è importante prevedere sin dal principio un leader, a cui affidare il compito di coordinare i lavori e di supervisionare i progressi. Così lo studio di architettura sa di poter dormine sonni tranquilli: c’è chi tiene le fila delle varie attività, mirando al rispetto dei tempi di consegna.

Perché è imprescindibile occuparsi del coordinamento di professionisti e artigiani

La definizione di un progetto di Interior Design è paragonabile a uno sport di squadra. La sua riuscita dipende infatti dal lavoro svolto dai singoli professionisti e artigiani, che collaborano insieme e che integrano le proprie specializzazioni per centrare l’obiettivo finale. Coordinare e amalgamare queste figure professionali è di primaria importanza, sia nella fase di ideazione che in quella di realizzazione del progetto.

A occuparsi del coordinamento è in genere un membro del team di architetti, che ha il compito di confrontarsi con elettricisti, idraulici, piastrellisti, falegnami e con tutte le altre figure professionali coinvolte. Il dialogo e il confronto costante tra tutte queste figure sono essenziali per intercettare tempestivamente e risolvere eventuali criticità. E ce ne sono sempre, potete essere sicuri di questo.

Altrettanto importante è definire il calendario degli interventi da realizzare, accertandosi che ogni artigiano o professionista si inserisca correttamente nel flusso di lavoro, senza ostacolare e senza venire rallentato dai lavori svolti dagli altri professionisti che lavorano alla commessa.

La comunicazione è quindi alla base della buona riuscita del progetto. Da questo punto di vista, il leader del team deve farsi carico di gestire l’organizzazione delle diverse fasi del lavoro, ottimizzando i tempi e le risorse. Spetta a lui integrare i vari interventi e assemblare il risultato finale.

Quali problemi previene un buon coordinamento del team di artigiani?

Quando ci sono più persone che lavorano a un progetto di architettura d’interni, possono emergere decine di problemi diversi.

La mancanza di informazioni o il possesso di informazioni parziali condivise tra i membri del team sono all’origine di gran parte delle incomprensioni. Tali incomprensioni rallentano o ostacolano il processo di lavoro.

Anche le imprecisioni o le omissioni nei documenti di lavoro possono rappresentare dei grossi ostacoli allo svolgimento delle diverse attività di professionisti e artigiani. Dare per scontati alcuni aspetti del proprio lavoro può, ad esempio, frenare il lavoro di un altro artigiano che ignora una parte delle richieste o delle necessità di un altro professionista.

Informazioni inadeguate o non aggiornate possono portare a prendere decisioni sbagliate oppure possono comportare continui aggiustamenti e revisioni del progetto, creando un circolo vizioso che sembra non finire mai. Una vera e propria spirale negativa, che ritarda sempre più la consegna.

Pertanto, definire sin dal principio delle regole chiare e condivise per il coordinamento di tutte queste figure professionali aiuta a prevenire tutti questi problemi. Di più: fa sì che ognuno possa lavorare in sinergia con gli altri artigiani, per eseguire il progetto in maniera efficace. E soprattutto senza ritardi.

Quali sono i benefici del coordinamento dei team di lavoro?

Riuscire a coordinare i team che lavorano a un progetto di interior design non solo permette di centrare l’obiettivo finale, cioè la consegna al cliente del progetto concluso secondo i tempi e i modi concordati. Permette anche di risparmiare risorse e di aumentare la soddisfazione dei professionisti coinvolti, in primis dello studio di architettura.

I benefici del coordinamento sono dunque diversi, e tutti importanti. Dialogo e confronto permettono di far emergere subito i problemi e correggere il tiro, prima che sia troppo tardi. Questo si traduce in un risparmio di tempo e soldi, che di certo farà piacere al cliente finale. Risparmiare tempo vuol dire anche avere un processo di lavoro più fluido, senza interruzioni causate da problemi relativi al cantiere.

Avere delle procedure di controllo e di coordinamento ben definite aiuta anche il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori. Tenere le fila delle varie attività da svolgere permette di sapere in ogni momento chi sta lavorando a che cosa, e quanto tempo manca al completamento delle diverse fasi. Questo si ripercuote ovviamente anche sulla consegna e sul montaggio dell’arredamento nella casa del cliente.

In caso di problemi, un sistema di controllo ben congeniato permette subito di apportare delle modifiche e dei cambiamenti, senza dover ricorrere a un redesign massiccio, che comporterebbe con ogni probabilità un aumento dei costi e dei tempi di realizzazione. Cose che non fanno di certo felici né lo studio di architettura che si relazione con il cliente né quest’ultimo.

Il coordinamento e il confronto tra artigiani e professionisti vanno di pari passo con l’attività di controllo e di supervisione. Il team leader ha infatti il compito di verificare il rispetto delle procedure condivise, di controllare la qualità dei lavori svolti e di interfacciarsi con altri professionisti e fornitori, per tenere sotto controllo i progressi fatti e per aggiornare la mappa dei prossimi passi da compiere.

Devi realizzare un progetto di Interior Design?
Scegli una falegnameria di alto livello.

Abbiamo oltre 50 anni d’esperienza!
Contattaci

“L’architettura d’interni italiana dal 1968”.

architetturad'interniIl Piccolo è una falegnameria di lusso, specializzata in interior design. Siamo un brand riconosciuto, portavoce del made in Italy nel mondo intero.
Da oltre 50 anni, serviamo i clienti più esigenti e gli stilisti più innovativi. Siamo interpreti affidabili dei progetti degli studi di architettura, che affianchiamo come consulenti sulle novità del design industriale e come scout di pezzi unici da inserire nell’arredamento, dal modernariato all’arte contemporanea.
Il nostro cliente ha un rapporto personale e diretto con noi: ciò gli dà la certezza di raggiungere gli obiettivi, di rispettare le scadenze più strette, di risolvere i problemi dell’ultimo momento. Il project leader, che è sempre uno dei proprietari, si fa garante anche della parte logistica.
Ogni fase segue un percorso preciso ed è documentata. Dalle planimetrie alla prototipazione, per fare da subito le scelte migliori: materiali, colori, finiture e lucidature dei legni, effetti degli stucchi. Rivolgendoti a noi, avrai quindi la certezza di un customer care d’eccellenza. CONTATTACI!